Biografia






















Eugenio Viola (Napoli 1975), è critico d'arte e Curator at Large del Madre (Museo d'Arte Contemporanea DonnaRegina) di Napoli, dove dal 2009 al 2012 è già stato curatore della Project Room. Ha conseguito il dottorato di ricerca in “Metodi e Metodologie della Ricerca Archeologica e Storico-Artistica” presso l'Università degli Studi di Salerno. Studioso delle teorie e delle esperienze legate alla performance e alle poetiche corporali, ha pubblicato su questi argomenti diversi saggi, tenuto conferenze in Italia e all’estero e ha curato le monografie dedicate a Hermann Nitsch (Ed. Morra, Napoli, 2013), Marina Abramović (Ed. 24 Ore Cultura, Milano, 2012) e ad Orlan (Ed. Charta, Milano, 2007). Collabora stabilmente con “artforum.com” (U.S.A.). È membro dell’IKT (“International Association of Curators of Contemporary Art”) e di diversi premi e giurie internazionali. Ha curato numerose mostre e cataloghi in Italia e all’estero, tra cui: Mark Raidpere – The Damage (EKKM The Contemporary Art Museum of Tallinn, 2013); Marina Abramović – The Abramović Method (PAC | Padiglione d’Arte Contemporanea, Milano, 2012); Transit, (Museo Madre, Napoli / Townhouse, Cairo / PiST, Istanbul / CCA, Tel Aviv / State Museum, Salonicco, 2009-2011); il festival di performance Corpus. Arte in Azione, che ha presentato azioni site specific di numerosi artisti, tra cui: Ron Athey, Milica Tomic, Kira O’Reilly, Jamie Shovlin and Lustfaust, Tobias Bernstrup, Tania Bruguera, Teresa Margolles, Regina José Galindo, Maria José Arjona e molti altri (Museo Madre, Napoli, 2009-2012); Francesco Jodice – Babel (Museum of Contemporary Art, Zagabria, 2011); Sistema Binario (Stazioni di Mergellina, Napoli / Stazione Ferroviaria di Belgrado, 2008); Camera con Vista (Pan | Palazzo delle Arti Napoli / Villa Italia, Belgrado, 2008); Orlan. Post-Identity Strategies (Kunsthalle di Tallinn, 2008); Oltre lo Specchio (Villa Italia, Belgrado, 2008); Carlos Garaicoa per “Fate Presto” (Complesso Monumentale di S. Sofia, Salerno, 2008); Arte e Omosessualità, da von Gloeden a Pierre e Gilles (Palazzo della Ragione, Milano / Palazzina Reale di Santa Maria Novella, Firenze, 2007); Orlan: Le Rècit (Musée d'Art Moderne de Saint-Etienne Métropole, Francia, 2007); V.I.P. / Very Important Portraits di David LaChapelle (Museo di Capodimonte, Napoli, 2006).