Mariangela Levita. Empathy


Mariangela Levita
EMPATHY
Intervento urbano, Napoli
2009

Empathy di Mariangela Levita è l’intervento urbano che nasce come un brand d’artista concepito per accompagnare e visualizzare il frame concettuale della programmazione della Project Room, basato quest’anno sulla de-territorializzazione, il dislocamento, il Transito.
Riflettendo sul più vasto progetto Transits, nucleo centrale dell’attività espositiva della Project Room, l’artista ha realizzato un’opera modulare di 6 elementi che abita le strade della città sotto forma di manifesto. Un segno che caratterizzerà l’area urbana per tutto l’arco della programmazione che si annuncia con Empathy aprendosi metaforicamente alla città.
L’empatia è propriamente la capacità di porsi nella situazione di un’altra persona per comprendere cosa stia provando, ma è anche la capacità di coinvolgere emotivamente il fruitore al cospetto di un’opera d’arte. Giocando sui principi della brand/vision e sui meccanismi percettivi della sollecitazione visiva, Levita ha scomposto una serie di nastri segnaletici adesivi solitamente utilizzati per segnalare transiti urbani obbligatori o pericolo generico. Forme e simboli che appartengono alla nostra memoria inconscia, alla nostra quotidianità, decontestualizzati e ridotti ad arabeschi quasi astratti per rappresentare, attraverso un sottile ed equilibrato gioco di bicromie, di alternanza tra pieni e vuoti, interruzioni e fratture, il confronto tra singole entità, diverse e complementari a un tempo, che si incontrano e convivono nello stesso spazio.

Nessun commento: